Unità Cinofila - Protezione Civile Fabriano

Sito Web gestito e di proprietà dell'associazione Volontari Altesino ONLUS
Vai ai contenuti
Le unità cinofile da Soccorso sono team Uomo - Cane che collaborando insieme partecipano alle operazioni di soccorso per la localizzazione delle persone sia esse sepolte da macerie che disperse in superficie. Quindi quando si parla di Unità cinofila bisogna sempre avere in mente un binomio inscindibile conduttore-cane.
Il cane da soccorso deve essere un soggetto robusto, di media taglia con delle doti caratteriali ben definite. Deve avere una alta capacità di resistere alle esperienze negative (tempra), rispondere prontamente agli stimoli e agli ordini (temperamento), avere una spiccata cooperazione con il proprio capobranco (conduttore) e disposto naturalmente all'obbedienza (docilità), non avere comportamenti aggressivi verso gli altri cani e verso le persone, una buona dose di iniziativa e voglia di esplorare il mondo esterno (curiosità) ed in ultimo, dote non meno importanti, deve essere indifferente, cioè dar prova di non temere il fuoco, il fumo, l’acqua e il materiale sconnesso.
Ogni razza va bene, meticci compresi, purché rispondano a dei requisiti di taglia e caratteriali ben determinati. Più che la razza è importante valutare l’INDOLE, la TEMPRA e il TEMPERAMENTO del singolo soggetto. Il cane deve essere socievole con le persone e coi suoi simili, deve essere giocoso e vivace e obbediente al suo conduttore. Alcune razze, per caratteristiche proprie, si sono dimostrate efficaci e facilmente addestrabili per il lavoro da soccorso, di qui la loro diffusione nell’ambiente.
L’addestramento consiste inizialmente in un corso base di obbedienza e deve iniziare prima possibile. Già da cucciolo il cane può, anzi deve imparare a stare in "società". Subito dopo l’IMPRINTING e la fase di socializzazione si inizia con l’obbedienza generale (siedi, terra, resta), per poi proseguire con la fase addestrativa avanzata. In genere si possono avere ottimi risultati con cani fino ai due anni; dopo, avendo formato il proprio carattere, diventa molto più difficile poterlo addestrare al nostro lavoro.
Il metodo di addestramento utilizzato è basato sul GIOCO e sul RINFORZO POSITIVO (condizionamento). Questo significa che noi premiamo il cane ogni volta che esegue correttamente un comportamento desiderato (legato ad un comando).
I NOSTRI COAGNOLONI


Ginevra del Montale adesso Ginger, femmina Cane Lupo Cecoslovacco.

Mantrailing MT livello 3 ricerca molecolare.

6 operazioni di ricerca all’attivo.

Romano Flavio del Montale adesso Sydbarrett detto Syd.

In addestramento Mantrailing ricerca molecolare.

Nessuna operazione all’attivo.

Chuck, Border Collie di 1 anno.
Con i suoi 25kg entra nella categoria degli over-size ma non fatevi ingannare dal suo peso!
È un cucciolone alto e snello e va velocissimo!!!
Ha il tipico carattere dei Border collie: vivace, curioso e sempre in movimento.
Apprende molto in fretta e ha tutte le carte in regola per diventare un cane da ricerca su superficie
Torna ai contenuti